TEATRO
Hypervision

Hypervision

Di e con Tommaso Rosi - Dipartimento di Fisica, Università di Trento - Musiche composte e suonate dal vivo da Giovanni Formilan


Viaggio in realtà aumentata alla scoperta della visione dell’Homo Sapiens Sapiens e di altri animali del pianeta Terra.

Come funziona la visione? Cosa distingue ciò che è visibile da ciò che è invisibile?
Quali segreti si nascondono dietro alla nostra percezione cromatica? La trasparenza è un concetto assoluto o dipende dall’occhio che osserva? Cosa vedono api, gatti e serpenti? Questi sono alcuni degli interrogativi che ci accompagneranno in questo percorso narrativo basato sulla condivisione sensoriale visiva. L’esperienza visiva del narratore viene infatti arricchita dall’uso di diversa strumentazione tecnologica - tra cui un visore di realtà virtuale - e viene proiettata all’esterno in modo da essere condivisa con il pubblico, in un alternarsi di simulazioni e di esperimenti scientifici.

Tommaso Rosi: Assegnista di ricerca in sica e appassionato di arti visive, lavora presso il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche dell’Università di Trento. La sua ricerca riguarda l’uso di nuove tecnologie nella comunicazione e didattica della sica, in particolare nel design e implementazione di setup hardware e software innovativi in questo settore. Dal 2010 si è dedicato a performance e installazioni audio-visive concepite tra le possibili intersezioni tra arte, scienza e tecnologia, e ha curato in qualità di direttore artistico il festival di arti elettroniche ELVE 2014. È socio fondatore e amministratore della startup di comunicazione scienti ca e progettazione didattica “Level Up” (www.leveluptrento.com), patrocinata dall’Università di Trento.

Giovanni Formilan: Attualmente Lecturer in Creative Industries presso la University of Edinburgh Business School (UK) dove lavora su temi di sociologia economica e management del settore culturale e creativo, Giovanni consegue nel 2016 il dottorato in General Management all’Università di Bologna con una tesi sui processi di identi cazione e consacrazione dell’innovazione nella musica elettronica. Tra il 2017 e il 2019 è Research Fellow presso il Centre for Interdisciplinary Methodologies, University of Warwick (UK). Tra il 2010 e il 2016 si esibisce come Gio.Venale, pubblica tre dischi (Il cielo dentro la mia stanza, 2010; Gesungen Beat , 2012; M ep, 2015) e collabora con Tommaso Rosi aka Hyper!Ion in una serie di performance di sperimentazione audiovisiva (L’amore sopra Berlino; Panoramica#1, #2, #3). È co-fondatore della startup di comunicazione scienti ca e progettazione didattica “Level Up”, patrocinata dall’Università di Trento.



Arditodesìo
via Papiria 8, 38100 Trento
Tel/fax: 0461.924470
P.I. 01984370229