immagine





















immagine2
logo


Produzioni
JAZZ TEATRALE DI BRUNELLO/MERLIN
La musica e il teatro. I grandi testi della letteratura mondiale portati in scena in forma "jazzistica" e improvvisativa.

Descrizione:
linea
Andrea Brunello (attore, regista e drammaturgo) ed Enrico Merlin (chitarre, computer, composizione, arrangiamenti e "rumori vari") da anni vanno in scena con un gioco teatrale dove la parola viene valorizzata in quanto concetto che diventa suono e quindi emozione e contemporaneamente il suono e la musica che diventano movimento e incontrano la voce in modi sempre nuovi e diversi.

Questa interazione fra voce e musica, parole e suoni non è un semplice "accompagnamento musicale" al testo, ovvero musica che non invade il territorio della narrazione, limitandosi ad incorniciarlo con un discreto tappeto sonoro di puro rilassamento o distrazione.

Tutt'altro. Il Jazz Teatrale di Brunello/Merlin è sempre un viaggio alla scoperta di un mondo dove musica e testo, parole e suoni interagiscono intimamente. Un concerto teatrale vero e proprio aperto all'improvvisazione creativa; un dialogo sempre alla pari fra testo e musica che rielabora, modifica, destruttura e rimonta composizioni note e musiche originali sul filo della parola recitata.

Si tratta in ogni caso di formule molto particolari di letture spettacolo che si possono adattare a moltissime tipologie di spazi: sale, cortili, teatri e il format si presta per progetti ad hoc e su contenuti a richiesta.

Infine, per facilitare l'operazione, se richiesto gli aspetti tecnici possono essere gestiti direttamente della Compagnia.

Elenchiamo di seguito alcuni dei soggetti e autori che sono stati elaborati negli ultimi anni:

BUM! 14/18 STORIE E SUONI DALLA GRANDE GUERRA
BUM! È una miscellanea di ricordi, aneddoti, poesie, suoni, suggestioni, uomini e fatti della Grande Guerra narrati e vissuti attraverso le musiche di Merlin e le letture di Brunello. Si tratta di un concerto teatrale vero e proprio aperto all'improvvisazione creativa dei due artisti in scena. I testi vanno ad esplorare i lavori di Emilio Lussu, Giuseppe Ungaretti, Fritz Weber, Erich Maria Remarque, Paolo Monelli e dei poeti inglesi che in trincea hanno scritto alcune fra le pagine più belle della letteratura di guerra: Sigfried Sassoon, Wilfred Owen, Jon Stallworthy, Edmund Blunden e Robert Graves.

BUM! Intende essere un incontro, una comunione collettiva con il pubblico per ricordare gli orrori e le ingiustizie patite e per sottolineare che è proprio nei momenti di crisi profonda che si materializzano gli istinti peggiori e migliori degli uomini. I testi sono volutamente scelti da autori di tutte le nazionalità e con l'intenzione di essere monito e ricordo delle terribili atrocità patite dai soldati ma anche della forza degli stessi che queste atrocità le hanno affrontate con enorme coraggio e, in alcuni fortunati casi, le hanno anche superate.

BUM! è l'occasione per riflettere sulla forza delle parole di questi scrittori e poeti soldati che hanno pagato in prima persona la follia della guerra ma che in trincea sono stati capaci della più sublime poesia.

Brunello e Merlin da anni vanno in scena con il loro Jazz Teatrale, un gioco dove la parola viene valorizzata in quanto concetto che diventa suono e quindi emozione e contemporaneamente il suono e la musica diventano movimento e incontrano la voce in modi sempre nuovi e diversi. Il Jazz Teatrale di Brunello/Merlin è sempre un viaggio alla scoperta di un mondo dove musica e testo, parole e suoni interagiscono intimamente. L'obiettivo è di esplorare i testi in una maniera del tutto nuova, senza il bisogno di un accompagnamento musicale fine a se stesso, ma piuttosto in pieno dialogo con esso, in equilibrio dinamico e cangiante

Aldilà dell'intensità interpretativa dell'attore, della qualità letteraria dei testi scelti, della suggestione dei suoni e della carica evocativa delle immagini raccontate, ci pare importante il senso del messaggio di questo allestimento: ancora una volta una sottolineatura del teatro nel suo significato civile, veicolo di conoscenza e di crescita collettiva - Emanuela Dal Pozzo | Traiettorie.org - Scarica QUI la recensione in .pdf

L'AMORE
Lo spettacolo nasce dal desiderio dei due interpreti di dare una loro visione di quello che è il sentimento più bello e più abusato. Troppo spesso l'amore ci viene presentato come un concetto astratto, edulcorato, cliché e sostanzialmente irreale al limite del grottesco. L'Amore di Brunello/Merlin passa attraverso testi di Charles Baudelaire, Michelangelo Buonarroti, Edgar Lee Masters, Giuseppe Ungaretti, Patrizia Valduga, Charles Bukowski, Kavafis, Irvin Layton, Juan Ramon Jiménez, Marziale, Henry Miller, Andrej Tarkovskij, Fabrizio de Andrè, Richard Feynman e persino i Ricchi e Poveri… per raccontare una visione dell'Amore umana, carnale, perversa ma anche raffinata ed elevata.

MARIO RIGONI STERN
Un viaggio attraverso alcuni fra gli scritti più importanti di Mario Rigoni Stern - La seconda guerra mondiale, La Resistenza, La prigionia, Il libro degli animali - sul filo del suo amore per la natura ma anche per gli uomini e per tutte le "cose vere" .

ITALO CALVINO
Un viaggio fra le stelle e pianeti genialmente reinventati da Italo Calvino nelle Cosmicomiche in un susseguirsi di suoni e di parole alla scoperta del fascino e dei misteri dello spazio.

RYSZARD KAPUSCINSKI
Brani tratti da In viaggio con Erodoto per narrare il senso del viaggio e della scoperta tracciando una linea fra i tempi di Erodoto (e Eschilo, Sofocle, Euripide e Platone e altri) e il reporter polacco che più ha rappresentato per noi, nel ventesimo secolo, il contatto con il viaggio e la condivisione.

CHARLES BUKOWSKI
Il Jazz Teatrale si presta molto bene alla poesia e la prosa del grande autore "maledetto" americano. L'umanità allo stato puro.

HENRY MILLER e ANAIS NIN
La letteratura erotica di due giganti del ventesimo secolo. Un viaggio alla scoperta dei meandri della sensualità più spinta.

HEINER MULLER
Recitazione, musica e suoni per una lettura non convenzionale dell'opera del grande drammaturgo della DDR. Una rappresentazione onirica, immaginifica, a tratti volutamente sperimentale, per uno spettacolo che cerca di porre l'autore sempre in primo piano; per questo ogni singolo frammento di testo viene trattato come una opera d'arte a sé stante, manipolata il meno possibile. Un breve estratto video è online.

JOHN MILTON
Un percorso volto ad esplorare il Paradiso Perduto, uno dei più grandi capolavori della poesia di tutti i tempi.

WILLIAM SHAKESPEARE - LA TEMPESTA
Scritta nel 1610, La Tempesta è considerato il lavoro che segnò l'addio alle scene di Shakespeare. Ne La Tempesta si possono leggere tanti dei suoi personaggi più famosi al punto che il testo stesso si popola dei "fantasmi" di molte opere precedenti. Protagonista indiscusso è Prospero, legittimo duca di Milano costretto all'esilio con sua figlia Miranda in un'isola del Mediterraneo dal suo geloso e malvagio fratello Antonio.
Prospero è un mago prodigioso e riesce a fare arrivare sull'isola, naufraghi, tutti gli attori del suo dramma: il fratello in compagnia di Alonso il re di Napoli, di Sebastiano, fratello di Alonso e soprattutto Ferdinando, il figlio di Alonso, che provvidenzialmente si innamorerà di Miranda.
I personaggi narrati sono tanti e vari, spiccano fra tutti Ariele, spirito dell'aria e Calibano, mostro deforme che Prospero ha assoggettato. Prospero è necessariamente Shakespeare, e quest'opera è il suo canto del cigno. Prospero/Shakespeare sente che la magia che gli ha permesso di scrivere così tante commedie e tragedie è ormai agli sgoccioli: un ultimo sforzo per poi chiudersi per sempre. La Tempesta è il suo capolavoro. Su questo materiale si cimenta il lavoro di Brunello e Merlin: nello stile del Jazz Teatrale i due narrano La Tempesta, dando voce ai vari personaggi, narrandoli, raccontandoli e divertendosi a giocare con i temi e le situazioni dell'opera. Si tratta di un gioco teatrale, a volte anche scanzonato e divertito, ma rigorosamente rispettoso di quella che è l'ultima "fantastica" commedia di Shakespeare.

ANTON CECHOV
L'orso, Una domanda di matrimonio, La signora col cagnolino e Sul danno del tabacco sono atti unici divertenti, profondi, assolutamente sublimi che il genio di Cechov ci ha regalato. Questi vengono esplorati e raccontati in maniera innovativa e sorprendente attraverso il Jazz Teatrale.

GOD BLESS AMERICA
Nella notte del 12 ottobre 1492, Cristoforo Colombo giungeva nell'odierna San Salvador. Quella leggendaria "scoperta" nei secoli a seguire avrebbe enormemente dilatato le occasioni di incontro – e di scontro – tra popoli. God bless America si svolge sul filo dei più celebri discorsi pubblici americani del XX e XXI secolo, da Wilson a Obama, passando per Reagan e Martin Luther King. Questo spettacolo è una occasione per rileggere la dialettica tra l'impegno bellico e il sentimento pacifista negli Stati Uniti riconoscendo la persistenza di alcuni nuclei retorici che dalla prima guerra mondiale arrivano dritti fino ai nostri giorni.

IL POETA È DIVINO
Catullo, Borges, Neruda, Depero, D'Annunzio, Pascoli, Yeats, Pavese, Baudelaire ed altri importanti poeti ci raccontano il loro rapporto con il vino: la sua bontà, sensualità, fisicità e capacità di alimentare memorie, ricordi, gioie e nostalgie.

C'ERA IN GERMANIA UN GIRASOLE - di Antonio Umberto Riccò
Lettura spettacolo dall'omonimo romanzo di Antonio Umberto Riccò con un adattamento teatrale dello stesso autore.

FIABE PER BAMBINI
Tommaso e i cento lupi cattivi di Valeri Gorbachev, A sbagliare le storie - di Gianni Rodari, Indovinelli di Giulia Orecchia e Roberto Piumini, Camillo e il regalo di Natale di Ole Koennecke e i molti libri di Dr. Seuss sono solo alcuni fra i titoli che il duo Brunello/Merlin porta in scena per i bambini delle scuole materne e i primi anni delle elementari. Naturalmente la lista è molto più vasta, pensata per coprire tutte le esigenze sia di intrattenimento ma anche educative dei bambini.
Il connubio musica/voce funziona molto bene nella narrazione per i bambini (anche molto piccoli) che vengono affascinati dalle storie narrate ma anche dalla musica suonata dal vivo. I bimbi infatti sono spontaneamente attratti dalle chitarre e dagli strumenti musicali in scena e a fine spettacolo hanno modo di incontrare il musicista e scoprire gli strumenti in modo informale e libero. Uno spettacolo gustosissimo a trecentosessanta gradi che i bambini amano veramente.

DOVE SIAMO STATI

Tra i molti spazi teatrali e non (castelli, biblioteche, musei, scuole e centri di aggregazione) dove il duo Brunello/Merlin ha portato il suo lavoro, segnaliamo:

Museo Tridentino di Scienze Naturali
Museo dell'aeronautica - Caproni di Trento
Castello del Buonconsiglio di Trento
Festival della Lettura / Biblioteca di Riva del Garda
Le biblioteche del Sistema Bibliotecario Trentino
Fondazione Bruno Kessler
Teatro Portland - Trento
Centro Servizi Culturali Santa Chiara - Trento
Festival NonSoleJazz
Festival Religion Today
La Casa dei Teatri / Villa Pamphili - Roma
MART - Rovereto
Festival Mezzano Romantica
… e molte, molte altre piazze italiane.

DETTAGLI TECNICI
Il Jazz Teatrale è una formula molto particolare che si adatta a teatri, sale, cortili, biblioteche, scuole, etc. La compagnia è autosufficiente per quanto riguarda la maggior parte delle esigenze tecniche.